Coincidenze letali

Coincidenze letali

2 marzo 1955. Una giovane donna di colore viene arrestata perché rifiuta di cedere il posto ad un uomo bianco su un bus, in Alabama. I rappresentanti per i diritti civili e l'ACLU intervengono in sua difesa, e lei diventerà il simbolo per la lotta contro la segregazione. Si chiama Claudette Colvin e ha appena 15 anni. È nubile, e incinta. I rappresentanti per i diritti civili e l'ACLU decidono che la ragazza non è la scelta migliore e si tirano indietro. Otto mesi dopo arriva Rosa Parks, ma durante quegli otto mesi, un brillante e carismatico giovane pastore riceve le attenzioni della comunità e viene scelto per guidare il boicottaggio degli autobus. Se Claudette Colvin non fosse stata incinta, se avessero marciato in primavera piuttosto che otto mesi dopo, Martin Luther King sarebbe uno sconosciuto predicatore di Montgomery e probabilmente 50 anni fa non avrebbe mai detto "I have a dream" davanti al Lincoln Memorial di Washington al termine di una marcia di protesta per i diritti civili.

Chi è Giuseppe Zangara? Non ne ho idea. È un tizio con una pistola che, il 15 febbraio 1933, ha sparato cinque colpi e ha ucciso il sindaco di Chicago. Perché? Perché Zangara era seduto su una sedia traballante, e il suo obiettivo non era il sindaco di Chicago. L'obiettivo era colui che stringeva la mano al sindaco, il neo-eletto Presidente Franklin Delano Roosevelt. Se la sedia di Zangara non fosse stata instabile Roosevelt non avrebbe mai insediato l'ufficio e mai avrebbe avuto al governo un suo fidato alleato, John Nance Garner, un uomo la cui ideologia politica era la base della sua opposizione a una serie di leggi, chiamate New Deal, senza le quali l'America non avrebbe superato la Grande Depressione.

Il lavandino della vostra cucina ha delle rondelle. Queste fanno in modo che l'acqua non coli dagli infissi. Ecco cosa fanno gli O-ring. Sono enormi rondelle che non permettono all'idrogeno pressurizzato di uscire dall'SRB, il razzo che spinge lo Space Shuttle per uscire dall'atmosfera terrestre. Gli O-ring sono stati testati in ogni circostanza tranne una: al freddo. Non hanno controllato se gli O-ring funzionano al freddo. Perché' avrebbero dovuto testarlo? Il razzo sarebbe stato lanciato dalla Florida del Sud. Quando farà freddo? Il 28 gennaio 1986, un'ondata di freddo fece abbassare la temperatura a meno 6 gradi e si scoprì che gli O-ring smettono di funzionare sotto i 5 gradi. Quindi 73 secondi dopo il lancio, il Challenger si trasformò in una bomba ed esplose.

Nel settembre del 1970, gli Stati Uniti diedero vita all'Operazione Tailwindvenne usato del gas nervino in una missione in Laos per uccidere dei disertori americani durante il conflitto col Vietnam. Il giornalista della Cnn Peter Arnett - il reporter che ci raccontò in diretta la prima guerra del Golfo - anni dopo ne fece un lungo reportage durato otto mesi d'indagini, in cui spiegò per filo e per segno cosa successe quella notte. Molto sinteticamente la Cnn raccontò, tramite interviste a soldati e ufficiali dell'epoca, che 16 membri di una squadra super-segreta di soldati statunitensi hanno attaccato un villaggio, sparando con armi automatiche e lanciando granate. Non è certo che i soldati fossero americani, infatti nessuno dei testimoni oculari intervistati ha detto di aver visto con certezza degli occidentali, del resto si ha poca documentazione di ciò che si è svolto realmente in Laos. Arnett mandò in onda alcune interviste in cui dei militari americani dicevano che avevano partecipato all'Operazione Tailwind giurando di aver usato il Sarin, il gas nervino. La prova fondamentale sono state le maschere antigas e il fosforo usato dagli americani durante l'attacco. Nessuno, però, disse mai apertamente che quella notte e la mattina seguente venne usato del gas. Solo alcuni militari - gli stessi che durante la missione avevano avuto un incidente ed avevano riportato un grave trauma cranico, il cui effetto principale è risaputo che è l'amnesia - avevano continuato a confondere le maschere usate per difendersi dai gas e il colore bianco del fosforo per il Sarin. A 48 ore dalla messa in onda il Pentagono fece causa alla Cnn, la rete televisiva ingaggiò il generale in pensione David Kohler, l'unico uomo assieme all'avvocato della rete che aveva esaminato il pezzo prima di mandarlo in onda e aveva sollevato obiezioni sostanziali. Meno di due settimane dopo Abrams rese pubblici i suoi risultati: «La conclusione della CNN che truppe statunitensi avrebbero usato gas nervino durante il conflitto vietnamita in una missione in Laos progettato per uccidere i disertori americani è insostenibile». Due mesi dopo la Cnn ritrattò l'intera storia scusandosi pubblicamente per la trasmissione, nel frattempo però aveva perso alcuni dei migliori talenti della rete, tra cui i veterani del giornalismo investigativo John Holliman e Jeff Greenfield e il pluri-premiato Bernard Shaw. Peter Arnett rimase e nel 1990 ci raccontò in diretta dall'hotel Al-Rashid l'Operazione Desert Storm.

Tutte coincidenze. Tutte letali.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector