Apple si accorda con Sony per lanciare iRadio

Apple si accorda con Sony per lanciare iRadio

Dopo essersi accordata nelle settimane scorse con Warner Music e Universal Music, Apple ha chiuso il cerchio delle major aggiungendo in un colpo solo Sony e Emi, società quest'ultima di proprietà del colosso nipponico.

A quarantotto ore dal WWDC 2013 di San Francisco - la conferenza degli sviluppatori in cui Apple annuncia da sempre i suoi nuovi prodotti - la Mela morsicata ha eliminato un altro ostacolo prima del lancio di iRadio, il servizio di streaming musicale che dovrà dare filo da torcere a Pandora, Deezer e soprattutto Spotify, leader indiscusso delle piattaforme online.

A darne la conferma sono stati ieri AllThingsDigital e Billboard. Tim Cook e il Ceo di Sony Marty Bandier hanno raggiunto un accordo biennale dal quale Apple ricaverà il 10 per cento sulla musica ascoltata in streaming dagli utenti. I problemi tra le due società erano sorti quando Bandier aveva chiesto gli introiti anche della musica che gli utenti saltavano; Apple ovviamente la pensava diversamente, e l'accordo di ieri pare sia verso l'ipotesi di Cupertino anche perché, in periodi di magra, tutto i soldi che arrivano da Internet è aria fresca per le casse delle major.

Non è comunque ancora chiaro quando verrà lanciato il servizio, dato che i rumors non scommettono sul WWDC di lunedì. Probabilmente se ne parlerà poco prima o subito dopo l'estate.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector