Quella canaglia di Apple

Quella canaglia di Apple

Il Senato statunitense ha accusato Apple di eludere il fisco fatturando in Irlanda dove le imposte sono molto più basse. Tim Cook, Ceo di Apple, ha sostenuto che si tratta solo del duro lavoro e delle competenze dei dipendenti irlandesi a fare la differenza. Il Guardian per vederci chiaro ha inviato alcuni reporter a Cork, ed hanno scoperto che i miliardi di dollari che entrano nei fondi irlandesi della società di Cupertino sono gestiti dal fondo di investimenti Braeburn Capital, che ha sede in Nevada, e i soldi sono depositati in alcune banche di New York. Nemmeno un centesimo resta in Irlanda. In Irlanda la Apple paga il due per cento di tasse, una cifra ridicola, ma è così che funziona.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector