Pier Primo Levi

Pier Primo Levi

Ogni tanto ci sono dei titoli nei giornali che ti segnano per sempre. Non dimenticherò mai “Muore un’anatra a Stoccolma” che campeggiava a tutta pagina in occasione dell’epidemia di aviaria. Ma da oggi, nella classifica a fianco, ce n’è uno riferito alla ripugnante e grottesca dichiarazione berlusconiana. Repubblica scandisce: “Pd: parole sconcertanti. Cosa ne pensa Alfano?”.

Ora, io mi rifiuto di credere che esista una persona qualunque che, dopo aver sentito o letto del raccontatore di barzellette su Hitler, si faccia attraversare da questo pensiero. Cosa ne pensa Alfano? Elevando la nullità, il vuoto di cui nessuno ricorda nulla a parte il diversamente berlusconiano a maitre a penser, a guida spirituale, custode morale, per lo meno genitore del bimbo discolo.

Ma a chi cacchio gliene frega qualcosa di cosa pensa Alfano? E no Angelino, la corruzione degli avvocati, dei giudici, la concussione, le mignotte minorenni, l’evasione fiscale e i fondi neri, capiamo il tuo silenzio, ma qui con la Brunetta dei Ricchi e Poveri in versione Anna Frank, tu, tu cosa ne pensi? Che dici? Perché da questo ti giudicheremo come alleato. Aaargh!

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector