Bondi, il coerente

Parliamo del coerente Bondi. Prima militante del PCI, ora portavoce di Berlusconi. Il top della coerenza.

Parliamo ora dei fatti presenti. Oggi è stato fischiato dai manifestanti durante la commemorazione a Bologna. I soliti comunisti? Non proprio. Si parla dell'intera piazza che non voleva sentire una sola parola sulla strage da parte di chi fa parte di quell'organo a cui rispondono i servizi segreti, che sviarono e continuano a sviare le indagini sulle stragi degli anni di piombo.

Bondi, poi, attacca, definendo tutti i manifestanti un manipolo di antidemocratici. Allora perché SOLO Bondi è stato contestato? Rifletti dipendente inetto! Fai muovere quelle tue rotelline arrugginite a causa del poco uso! Napolitano ha parlato, ha ricevuto persino applausi. O Bondi ci arriva da solo o è inadatto al posto che occupa. Potrebbe fare l'operatore ecologico però!

Bondi, inoltre, è il portavoce di Berlusconi. Berlusconi che faceva parte della P2, la stessa loggia di stronzi che ha ostacolato le indagini su quelle stragi.

Quello che non riporta il Corriere (piduizzato) è proprio questo aspetto delle stragi, che Repubblica riporta. Paolo Bolognesi ha detto: "La strage si poteva evitare ma la loggia massonica P2 lo impedì. Ogni anno emergono ipotesi alternative alla verità giudiziaria che sono solo fuorvianti. Come quelle dell'ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga, che ha creduto a dicerie". Sono parole che fanno riflettere. perché il Corriere ha preferito pubblicare i messaggi di rito di Schiafani e Berlusconi?

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector