Il calendario della convention repubblicana

Il calendario della convention repubblicana

La Convention repubblicana di Tampa, in Florida, è stata posticipata di un giorno a causa dell'arrivo dell'uragano Isaac, pertanto si svolgerà dal 28 al 30 agosto e non più dal 27. Il calendario completo

La convention, che si terrà al Tampa Bay Times Forum, servirà a formalizzare la candidatura presidenziale di Mitt Romney e del suo vice Paul Ryan. Servirà anche per chiarire la linea del partito sui principali temi emersi nel corso della campagna elettorale delle primarie. La linea del partito non è però vincolante nel caso in cui la coppia Romney/Ryan arrivasse alla Casa Bianca.

Cos'è la Convention. L'assemblea di un partito per scegliere il candidato presidenziale si chiama Convention, e nel processo per l'elezione del presidente degli Stati Uniti è svolta sia dai Democratici che dai Repubblicani. La convention assegna ufficialmente l'investitura del partito - nella maggior parte dei casi - al candidato che ha vinto le primarie, ma non è un fatto eccezionale che la nomination vada ad uno dei candidati che non ha vinto le primarie o addirittura a qualcuno che non si è messo in gioco ma ha il favore della maggioranza dei delegati. La convention, come le elezioni presidenziali, si svolgono ogni quattro anni.

Quando si svolge la Convention. Come detto le convention le organizzano sia i democratici che i repubblicani. In base ad una legge non scritta, dal 1936 si riunisce per primo il partito di cui non fa parte il presidente in carica - quast'anno i repubblicani - anche se negli anni, vuoi perché le leggi elettorali sono continuamente cambiate sia perché in realtà si sa già settimane prima chi sarà il candidato, assumono quasi esclusivamente un ruolo simbolico e diventano - tranne rari casi - il cerimoniale allegorico per dare la nomination al candidato che ha vinto le primarie. Le due convention si svolgeranno a Tampa, Florida, dal 28 al 30 agosto per i repubblicani, e a Charlotte, North Caroline, dal 3 al 6 settembre per i democratici.

Chi farà parte della Convention. Alla convention andranno i delegati eletti durante le primarie (le primarie e i caucus non scelgono il candidato ma i rappresentanti che li appoggiano, e la conta avviene col metodo maggioritario o proporzionale a discrezione di ogni singolo Stato) e i maggiori esponenti dei partiti. Per i repubblicani in totale ci saranno 2286 delegati (per vincere ne servono la metà più uno, 1144, e Romney è abbondantemente oltre la soglia), e 132 super delegati - ossia i funzionari di partito, i deputati, i senatori, gli ex presidenti e così via.

Come si arriva alla Convention. I preparativi iniziano 18 mesi prima con la “Call to Convention”, in cui i partiti avviano la selezione dei candidati, organizzano le primarie, stabiliscono il numero dei delegati e fissano le regole per la nomination. Ogni Stato ha le sue regole che seguono determinati criteri come ad esempio l'estensione del territorio, il numero di abitanti, l'importanza effettiva degli elettori all'elezione etc. Alla convention ogni delegato è obbligato a votare il candidato che rappresenta, anche se alcuni Stati hanno regole diverse e permettono di votare in maniera diversa. Durante la convention il partito formulerà la cosiddetta “party platform”, la linea guida politica del partito con gli obiettivi per i successivi quattro anni. Gli obiettivi e la linea del partito non sono vincolanti se il candidato vincesse le elezioni. Nel caso in cui nessun candidato arrivasse alla convention con una maggioranza di delegati, si ricorre alla "brokered convention" nella quale voti e delegati vengono scambiati segretamente ricorrendo a ballottaggi multipli.

Che succede durante la Convention. Il calendario è sostanzialmente fisso: dalla mattinata al pomeriggio si svolgono i lavori per definire i dettagli della “party platform”, mentre in serata si svolgono le votazioni. Durante i primi due giorni vengono esaminati i delegati, ratificate le regole e le procedure di voto, decisi gli scrutatori. Il terzo giorno vengono svolti i ballottaggi e nel quarto e ultimo giorno vengono annunciati il candidato presidente e il suo vice. Ci saranno inoltre interventi continui di importanti esponenti del partito: al mattino parleranno gli esponenti con minor peso politico; in serata, quando tutti i network vanno in diretta, parleranno gli esponenti di spicco come il presidente del partito, i deputati e i senatori più influenti e infine il candidato vice presidente.

Il programma della Convention repubblicana. Per colpa dell'uragano Isaac il programma repubblicano è slittato di un giorno, dal 27 al 28. Russ Schriefer, uno dei responsabili della campagna di Romney, ha dichiarato che il programma in prima serata di martedì, mercoledì e giovedì non cambia perché è quello di punta - dalle 22 in poi, le 4 di notte in Italia - con i discorsi di Condolezza Rice, Paul Ryan e Mitt Romney.

Lunedì 27 agosto
Il programma del primo giorno è stato annullato a causa di Isaac. Alle 14 (le 20 in Italia) si tiene la cosiddetta "call of the chair", l'apertura ufficiale della convention con il breve discorso di Reince Priebus, presidente del Republican National Committee. Come ha detto Schriefer durerà solo alcuni minuti, quindi i lavori saranno sospesi fino a martedì pomeriggio. Il programma di prima serata resta invariato per martedì, mercoledì e giovedì, mentre gli speaker di lunedì sono per lo più slittati a martedì. E' stato possibile effettuare i cambiamenti eliminando le parti superflue della convention, allungando leggermente la durata del programma dei singoli giorni (i discorsi cominciano alle 19, l'una di notte in Italia) e accorciando leggermente gli interventi di alcuni degli oratori.

Martedì 28 agosto
La convention riparte alle 14 (le 20 in Italia), con il discorso di Reince Priebus e del sindaco di Tampa, Bob Buckom. Tra gli speaker sono in calendario il governatore della Florida Rick Scott, e Artur Davis, politico afroamericano, tra i responsabili della campagna elettorale di Obama nel 2008 ed ex rappresentante democratico dell’Alabama. Annunciando la partecipazione di Davis, Priebus ha detto che “esprimerà la frustrazione e la delusione comune a chi ha sostenuto Obama e adesso sente il bisogno di prendere una nuova direzione”. Atteso anche il discorso di Ann Romney, moglie del candidato alla presidenza, introdotta dalla first lady portoricana Luce Vela Fortuno. I lavori di martedì vertono sul tema della “Costruzione” e dell’importanza del sistema imprenditoriale americano. Il tradizionale ‘keynote speech’, quest’anno è stato invitato a salire sul palco il governatore del New Jersey, Chris Christie. Atteso anche il discorso di Rick Santorum, ex rivale di Mitt Romney alle primarie, ritiratosi dalla corsa alla Casa Bianca lo scorso 10 aprile. Tra gli speaker di nota della giornata c'è inoltre il governatore del Winsconsin Scott Walker.

Mercoledì 29 agosto
Il tema è quello del “Cambiamento”, e come ha specificato Priebus, mercoledì è dedicato "a dimostrare che il piano di Mitt Romney per una classe media più forte riporterà il Paese adessere il miglior posto al mondo per trovare lavoro, avviare un’impresa o assumere un impiegato”. Tra gli speaker della serata ci sono il senatore John McCain, candidato del partito alla Casa Bianca nel 2008, e Condoleezza Rice, ex segretario di Stato, la prima donna afro-americana ad aver assunto questo ruolo. Intervengono inoltre il governatore del New Mexico Susana Martinez, prima donna di origine latinoamericana a ricoprire questa carica, il governatore portoricano Luis Fortuno (Porto Rico è un territorio non incorporato sotto il governo americano) e il governatore del Minnesota Tim Pawlenty, tra i candidati alla vicepresidenza prima della nomina di Paul Ryan. A coronare la giornata, dedicata al tema della ripresa economica, è Paul Ryan, deputato e presidente della commissione Bilancio della Camera. Cattolico e conservatore, per la sua esperienza in campo economico Ryan è stato elogiato anche dal noto settimanale brittanico The Economist, che, paragonandolo a Romney, lo ha definito “più consistente nella sua filosofia politica, molto più sincero su come vede le cose, molto più terra-terra e sopratutto molto più carismatico, e politicamente molto più audace”.

Giovedì 30 agosto
La convention si chiude con la formalizzazione della candidatura presidenziale di Romney, che accoglie ufficialmente la sua nomina. A introdurre il suo discorso è Marco Rubio, il senatore delle Florida originario di Cuba, che sembrava favorito alla vicepresidenza nell’ottica di conquistare i voti dei latinoamericani. Il tema della giornata è “Noi crediamo nell’America” e, come ha spiegato Priebus, il programma porta alla luce “le molte ragioni per cui Mitt Romney è il solo adatto a governarci”. “Milioni di americani lo conoscono come un uomo d’affari che ha aiutato a costruire note aziende nazionali, come Staples e Sports Authority, pareggiando il bilancio in Massachusetts senza dare un’impennata alle tasse e risolvendo lo scandalo che ha investito le Olimpiadi Invernali del 2002”. In quell’anno i giochi di Salt Lake City erano stati teatro di un clamoroso caso di corruzione, quando nella finalissima del pattinaggio di figura a coppie la medaglia d’oro è stata assegnata ai russi invece che ai canadesi. “Mitt Romney ha salvato il paese dall’imbarazzo”, ha spiegato Priebus, per giustificare la presenza di un team di campioni olimpici nella giornata di chiusura della convention. A sostegno di Romney, tra gli altri atleti, interviene Michael Eruzione, ex hockeysta della squadra statunitense di origini italiane, che giocò un ruolo cruciale nella partita passata alla storia come “Miracolo sul ghiaccio”, quando l’America battè la Russia alle Olimpiadi del 1980, in pieno clima da Guerra fredda.

(per Lavika)

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector