Carta da parati o vernice?

Carta da parati o vernice?

È iniziata la primavera con la consueta voglia di cambiare. Guardando le tinte ormai smunte delle pareti di casi o una vecchia tappezzeria, il desiderio di dare una bella rinfrescata è tanto.
In queste situazioni il dilemma è:
meglio la carta da parati o tinteggiare?

Scopriamolo insieme agli esperti del blog Colori Vernici.
Una vera risposta definitiva non c'è, entrambe le possibilità hanno dei pro e dei contro.
La
carta da parati offre senza dubbi molte più soluzioni a livello di colori ma sopratutto di composizioni, decori ed effetti materici.
Ci sono mille opportunità che offre il mercato, c'è solo l'imbarazzo della scelta. Oggi vengono create carte da parati che non sono nemmeno lontane parenti di quelle utilizzate qualche anno fa; prodotti con motivi stampati di assoluto impatto visivo che creano effetti strabilianti. Altri
vantaggi della carta da parati sono: coprire eventuali imperfezioni, lavare con facilità e una lunga durata.
Certo presenta anche degli
svantaggi: il costo, la richiesta di manodopera specializzata (toglierla è veramente un'impresa), o il fatto che una composizione particolare può passare di moda o stancare facilmente.

La buona e vecchia tinteggiatura invece costa veramente poco rispetto alla carta da parati, volendo si può anche risparmiare sulla manodopera con del salutare fai da te. Nel caso di danneggiamenti si possono fare ritocchi senza particolari problemi.
A livello di finiture materiche, l'evoluzione tecnologica anche in questo campo permette di ottenere risultati fantastici.
La tinteggiatura ha minore durata; ogni 3/4 anni bisognerebbe tinteggiare per avere sempre colori brillanti e accesi.

Quindi alla fine cosa scegliere? Come detto la soluzione perfetta non c'è. Dipende molto dal tipo di casa, dall'ambiente, dall'arredamento e dai gusti personali. Il fattore costo è un particolare che incide molto e la differenza tra le due modalità è notevole. Quindi alla fine dovete semplicemente pensare bene a cosa volete e soprattutto quali sono le vostre necessità. Ci sono anche altri fattori da tenere in considerazione che spesso si sottovalutano come l'umidità. Se avete l'esigenza di far respirare le pareti, la soluzione ovvia è la pittura. Altro aspetto fondamentale è il fattore estetico che incide sulla scelta. La carta da parati dà molte più varianti tra cui potersi sbizzarrire e in ambienti con stili particolarmente moderni, minimal ed essenziali, offre soluzioni molto interessanti. ln altri casi invece con pareti quasi completamente coperte da mobili meglio optare per la pittura. Facendo queste valutazione la decisione finale potrebbe essere meno difficile di quanto possa sembrare.

About the Author

Laura Musig Siti internet ad Udine. Consulente SEO. Webmaster di Donna e Dintorni Blog per donne 2.0

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector