Chirac ripudia Sarkozy

Chirac ripudia Sarkozy

L'ex presidente della Repubblica francese Jacques Chirac ha deciso di votare per Francois Hollande abbandonando Nicolas Sarkozy. Il duello tra i due si ripropone a distanza di quasi vent'anni.

La notizia non è nuova, già qualche mese fa Chirac aveva fatto capire che i dissidi con l'attuale presidente transalpino erano difficilmente colmabili, adesso arriva la conferma: «Jacques Chirac è fedele a se stesso quando dice che voterà Hollande». A dirlo è  Jean Luc Barré, amico e storico dell'ex capo dello Stato che l'ha aiutato a redigere le proprie memorie.

«Lo vedo spesso, mangiamo o ceniamo insieme, dopo quattro anni credo di essere fra quelli che lo conoscono meglio» ha detto Barré al Le Parisien. «Jacques Chirac è fedele a se stesso quando dice che voterà Hollande: hanno in comune le stesse radici politiche, in Corrèze».

L'antipatia tra Chirac e Sarkozy parte dalla metà degli anni novanta, quando il giovane delfino dell'ex presidente abbandonò ufficialmente il suo mentore per appoggiare Eduard Balladur all'Eliseo. Chirac nel 1995 vinse ugualmente, e così facendo emarginò il giovane Sarkozy ai margini del partito. Nel 2002 però Sarkò riuscì a riprendersi il partito conservatore francese rifondandolo e cambiandogli il nome in UMP, Union pour un Mouvement Populaire. Jacques Chirac lo sta nuovamente ripagando dell'affronto ventennale appoggiando il suo avversario alla presidenza.

Attualmente nei sondaggi Hollande è avanti al presidente uscente di due punti, più per la discesa del secondo che per la salita del primo.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector