Il Connecticut approva la legge contro le armi

Il Connecticut approva la legge contro le armi

Il congresso del Connecticut ha approvato una nuova legge sul controllo delle armi che vieta l’acquisto di armi d’assalto e di caricatori con più di dieci proiettili; inoltre a chi compra fucili e pistole verranno controllati i precedenti penali e gli verranno prese le impronte digitali. Il mese scorso anche il Colorado ha approvato una legge molto restrittiva sull'acquisto delle armi, e pure Obama, oggi a Denver, ha dichiarato che l'esempio del Colorado deve diventare un modello per tutti gli stati dell'Unione.

Le nuove misure contro le armi d'assalto arrivano a circa tre mesi dalla strage di Newtown, in cui 20 bambini e sei adulti furono trucidati dal ventenne Adam Lanza. Da quel tragico dicembre i democratici sono tornati a riproporre la legge federale contro la vendita di armi d’assalto non più rinnovata dal 2004, come spiega il Washington Post.

Naturalmente questo cambio di marcia non garba alla NRA (la National Rifle Association, la lobby americana delle armi) tanto che da alcuni mesi sta facendo girare per Washington un documento, intitolato Report of the national school shield task force, nel quale viene consigliato di mettere delle guardie alle finestre per evitare chissà quali stragi. La lobby giustifica tale scelta citando il massacro del 2010 alla Hastings Middle School, in Minnesota, in cui un sedicenne uccise sei persone in una classe passando proprio dalla finestra (pag. 48):

For example, in 2010 a 16-year-old attacker killed six people hiding in a locked classroom in Hastings Middle School in Minnesota by shooting and subsequently stepping through a tempered glass window that ran vertically alongside the classroom door.

Una sola cosa: quella strage non è mai avvenuta. La lobby delle armi chiede più pistole e fucili aggrappandosi alla paura e alle bugie

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector