Oggi l’apertura del testamento di Pinochet

Oggi l’apertura del testamento di Pinochet


A cinque anni dalla morte, le autorità cilene oggi apriranno il testamento di Augusto Pinochet e scopriranno se ci sono rivelazioni importanti sulla fortuna occultata durante la sua dittatura.

[hr_3d]

Sono passati più di cinque anni dalla morte del dittatore cileno Augusto Pinochet, e la giustizia del paese sudamericano aprirà oggi il testamento nel quale, probabilmente, si scopriranno rivelazioni importanti sull'immensa fortuna dell'ex dittatore stimate attorno ai 26 milioni di dollari.

Al testamento non avranno per ora accesso gli eredi di Pinochet, tanto che la figlia è convinta che la persecuzione politica nei confronti del padre, continui ancora dopo la sua morte avvenuta nel 2006.

Secondo le autorità cilene, l'apertura del testamento è un passo fondamentale per capire a quanto ammontino le fortune del generale dopo lo studio che la Corte Suprema aveva ordinato diversi anni fa. Secondo lo studio, il generale aveva accumulato oltre 21 milioni di dollari alla data della sua morte, il 10 dicembre 2006 a 91 anni, di questi solo tre milioni facevano parte del suo salario militare.

Il generale Pinochet governò il paese come un dittatore per 17 anni e mezzo, dall'11 settembre del 1973 all'11 marzo del 1990. Un referendum nel 1988 mise fine alla dittatura, lo costrinse ad avviare la transizione e reintrodurre la democrazia con libere elezioni nel 1989. Lasciò ufficialmente il potere solo nel 1990, rimanendo però capo delle forze armate fino al 1998. Divenne poi senatore a vita godendo dell'immunità parlamentare. Arrestato in Inghilterra su mandato del governo spagnolo per la sparizione e torture contro cittadini iberici, non fu però mai condannato per motivi di salute. Al rientrò in Cile, nel 2000, il generale venne nuovamente fermato e condannato agli arresti domiciliari. E fu proprio durante gli arresti domiciliari che Pinochet morì nel 2006.

Con l'apertura secretata del testamento di Pinochet - le volontà del dittatore rimarranno per il momento private, ma il governo le analizzerà per recuperare eventuali beni di Stato -, si mette fine a quella che è stata una delle stagioni più cupe del Cile dal dopoguerra ad oggi.


Bio autore

Si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
free vector