Dieci canzoni contro Margaret Thatcher

Dieci canzoni contro Margaret Thatcher

MorrisseyMargaret on the guillotine

Margaret on the guillotine è la canzone conclusiva di Viva hate, album del 1988. Nel testo, l’ex leader degli Smiths immagina la morte del primo ministro britannico come un “sogno meraviglioso”.

The kind people
have a wonderful dream
Margaret on the guillotine

The SpecialsGhost town

Ghost town è stata pubblicata nel 1981, durante il primo mandato di Margaret Thatcher. Canzone di feroce critica sociale, soprattutto nei confronti del governo britannico, è ispirata alle strade di Glasgow.

This town’s becoming like a ghost town
government leaving the youth on the shelf

Pink FloydThe Fletcher memorial home

The Fletcher memorial home è contenuta nell’album del 1983 The final cut, l’ultimo dei Pink Floyd insieme a Roger Waters. Scritta dallo stesso Waters, il brano immagina i “tiranni” mondiali del dopoguerra segregati tutti insieme in un ospizio.

Ladies and gentlemen, please welcome Reagan and Haig
Mr. Begin and friend mrs. Thatcher and Paisley
Mr. Brezhnev and party
The ghost of McCarthy
The memories of Nixon

The Blues BandMaggie’s farm

Scritta e registrata da Bob Dylan nel 1965, Maggie’s farm ai tempi è stata interpretata come una dichiarazione d’indipendenza dal movimento folk statunitense. Nel 1980, il gruppo britannico The Blues Band ne ha registrato una nuova versione per protesta contro il governo Thatcher.

It’s a shame the way she makes me scrub the floor
And I ain’t gonna work on Maggie’s farm no more

The ClashThe magnificent seven

Nel 1980 Margaret Thatcher tentò di proibire l’uso della parola “sandinista”, riferita ai guerriglieri del Nicaragua che avevano destituito il presidente Anastasio Somoza Debayle. Per questo motivo, i Clash hanno intitolato il loro quarto album Sandinista!.

So get back to work an’ sweat some more
The sun will sink an’ we’ll get out the door
It’s no good for man to work in cages

NotsensiblesI’m in love with Margaret Thatcher

I Notsensibles, band punk rock di Burnley, hanno scelto una chiave più ironica per criticare la Thatcher, nel loro secondo singolo I’m in love with Margaret Thatcher.

I’m in love with Margaret Thatcher
I’m in love with Margaret Thatcher
I’m in love …with Maggie T

CrassHow does it feel to be the mother of a thousand death?

I Crass hanno fatto della Thatcher una delle loro principali fonti d’ispirazione. Questa canzone, tratta dall’album del 1984 Best before 1984, è una protesta esplicita contro la guerra nelle Falkland.

How does it feel to be the mother of a thousand death?
Young boys rest now, cold graves in cold earth.
How does it feel to be the mother of a thousand death?

The English BeatStand down Margaret

Il gruppo ska The English Beat è stato tra i primi a criticare la Thatcher, come in questo pezzo del 1980 Stand down Margaret.

Stand down Margaret
Everybody shout it
Stand down Margaret

Billy BraggBetween the wars

Il cantautore inglese Billy Bragg, da sempre impegnato politicamente, ha dedicato l’ep Between the wars allo sciopero dei minatori del 1984, inaugurato contro le politiche del governo Thatcher.

I raised a family
In times of austerity
With sweat at the foundry
Between the wars

Elvis CostelloTramp the dirt down

Tratta dall’album del 1989 SpikeTramp the dirt down è una critica feroce al governo Thatcher. Nella canzone, Elvis Costello si augura di vivere abbastanza a lungo per vedere la prima ministra morta.

That’s when they finally put you in the ground
I’ll stand on your grave and tramp the dirt down

(Via Internazionale)

About the Author

Gli amministratori di OpenWorld

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector