Fora de bal

Fora de bal

E' «una pericolosa deriva antidemocratica. Manca solo l’olio di ricino. Vi invito a scendere nelle piazze». Di Pietro su Facebook se la prende con i "fascisti" della Consulta che hanno bocciato i quesiti referendari che volevano abrogare il Porcellum.

Tonino si sarà dimenticato che un suo vecchio amico, un paio di anni fa, disse le stesse identiche parole e lui, tra i tanti, fu il più duro nella risposta:

«E' letteralmente matto, se non da legare, da rimandare a casa. Non solo che non è uomo di governo, ma che non ha rispetto per le istituzioni».

Non è che se la sentenza ci piace sono stati bravi, e se non ci piace sono dei fascisti. Non è così che funziona. Se l'accetti solo quando fa comodo, o se nutri dubbi sul valore civile e morale delle istituzioni solo quando ti fa piacere (o dispiacere), beh, allora anche tu va fora de bal.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

1 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector