Toronto caccia il sindaco che fa uso di crack [VIDEO]

Toronto caccia il sindaco che fa uso di crack [VIDEO]

Lunedì 18 novembre, il consiglio comunale di Toronto, il più importante del paese, ha deciso di decurtare i fondi destinati all'ufficio del sindaco Rob Ford e dare il mandato di amministrare la città al vicesindaco, Norm Kelly. La decisione è stata presa dopo la diffusione di un video che mostrava Ford intento a fumare del crack, con la conseguente indagine della polizia. Inizialmente il sindaco ha negato l'evidenza, dopo pochi giorni, però, ha dovuto ammettere l'autenticità del filmato.

Rob Ford è da parecchio tempo al centro di scandali politici che hanno minato la sua popolarità e la moralità di un sindaco che, nel 2010, era stato eletto a larghissima maggioranza. L'anno scorso, alcuni ex componenti del suo staff, lo hanno pubblicamente accusato di essere un alcolizzato, di usare sostanze stupefacenti, di guidare spesso in preda ai fumi dell'alcol, e, ciliegina sulla torta, di aver molestato una dipendente chiedendole del sesso orale. Una settimana fa, il 14 novembre, Ford era apparso in tv ospite di un noto talk show canadese e tornando sull'argomento ha usato un linguaggio che è stato definito osceno. Ha comunque ribadito che, pur ammettendo l'abuso di alcol e droga, non si sente dipendente e quindi non parteciperà a nessun programma di riabilitazione.

Il consiglio comunale della città canadese, ha approvato una riduzione del budget del 60 per cento all'ufficio di Ford; ha poi deciso di affidare il compito di amministrare la città al vicesindaco Norm Kelly, permettendo ai componenti dello staff del sindaco di lavorare col vice. Il consiglio ha inoltre stabilito che Rob Ford non avrà più poteri esecutivi alla City Hall, ma solo di rappresentanza. L'assemblea è stata più volte interrotta per le proteste dei cittadini contro Ford, e dallo stesso sindaco che ha aggredito una consigliera come si vede nel filmato qui sotto.

Secondo il sindaco defenestrato gli interventi in aula mirano solo ad ostacolare il suo programma di contributi a favore della cittadinanza: «È ovvio che non posso lavorare con otto persone e un quarto dei soldi che mi erano stati precedentemente stanziati». Secondo il sindaco di Toronto, come ha ribadito nel suo programma tv "Ford nation", l'unico modo per fargli rinunciare al mandato è andare a nuove elezioni, cosa che il consiglio comunale esclude categoricamente.

Anche l'altra opzione proposta da Ford, un altro mese di mandato per avere un nuovo parere medico, è stata bocciata dal consiglio: «Il problema è l’imbarazzo che provoca alla città, il suo rapporto con criminali, con il crack e il fatto che lui stesso ammetta di bere alla guida. In questo momento è il peggior rappresentante di Toronto». Il consiglio comunale di Toronto non ha il potere di rimuovere il sindaco dal suo incarico, tranne nel caso fosse riconosciuto colpevole di un reato.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector