I finanziatori di Kony 2012 sarebbero gli omofobi americani

I finanziatori di Kony 2012 sarebbero gli omofobi americani

A finanziare Invisible Children sarebbe la destra americana anti-gay. Lo riporta Xeni Jardin su Boing Boing in una delle sue inchieste.

Secondo quanto scrive Xeni Jardin su Boing Boing, dietro ai finanziamenti di Invisible Children - l'Ong che vuole fermare il leader di LRA Joseph Kony diffondendo il video più virale della storia di internet -  ci sarebbe la destra ultra-cattolica contraria ai matrimoni gay e tra i maggiori finanziatori della Proposition 8, la discussa legge statunitense che propone di abolire i matrimoni e le unioni tra persone dello stesso sesso.

I documenti. Secondo i documenti citati nell'articolo di Jardin, i maggiori sostenitori finanziari di Invisible Children sono il Family Research Council, il Southern Poverty Law Center e la Fellowship Foundation, tre gruppi razzisti coordinati da James Dobson e Douglas Coe. Coe è tristemente famoso perché alcuni anni fa fu arrestato perché in un filmato caricato su Youtube incitava alle azioni di Hitler, Lenin e Mao. Jardin sostiene che Dobson e Coe - tramite le loro associazioni omofobe - hanno finanziato anche la chiesa evangelica del pastore Ed Silvoso il principale collaboratore americano di Julius Oyet, autore e promotore della legge ugandese contro gli omosessuali denominata spregiativamente “kill the gays bill”.
I dati poi parlano chiaro: Discovery Institute, Focus on the Family, Family Research Council, Fellowship Foundation, Ed Silvoso e Invisible Children hanno ricevuto, nel 2008, oltre 100mila dollari di finanziamenti dalla National Christian Foundation, la più grande fondazione di destra oltranzista anti gay d'America.

Cos'è il National Christian Foundation. Tra le accuse mosse da Boing Boing c'è anche che gli enti sopra citati, quindi anche IC, in Africa si muovono specificatamente per fare proselitismo evangelico usando le stesse tattiche degli enti di beneficenza cristiani che operano in Africa e nel mondo.
Il Cdm del National Christian Foundation avrebbero legami con parecchie organizzazioni politiche molto religiose e conservatrici.
Terry Parker, uno dei fondatori della Nazionale Christian Foundation, ha fatto parte del Family Research Council, a sua volta facente parte  del Southern Poverty Law Center, un gruppo omofobo conosciuto per la sua denigrazione del movimento LGBT e per le attività di lobbying contro la legislazione sulla parità dei diritti degli omosessuali.
James B. McCabe è senior vice president, finance and chief financial officer di Chick-Fil-A (grossa catena di catering), la sua azienda ha dato 3 milioni di dollari alla lobby anti-gay organizzazioni dal 2003 e 2 milioni nel solo 2009 (tecnicamente parlando lo hanno fatto attraverso il loro braccio caritatevole, Winshape).
Jay Bennett è fiduciario di The Bob Buford Institute, l'istituto che gestisce tutta una serie di iniziative dedicate ad ampliare le attività della Chiesa e la sua influenza attraverso gli Stati Uniti.

La cosa probabilmente non finirà qui.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

2 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector