Il dizionario della crisi 2011

Il dizionario della crisi 2011

Wired.it ha realizzato un dizionario della crisi, io l'ho completato.
[ad]

A di A: risale a inizio ottobre il doppio declassamento dell'Italia da parte di Standard & Poor's e Moody's. Il nuovo rating del Belpaese, A per S&P e A2 per Moody's, fa riferimento a una situazione a "rischio di shock finanziari" e "vulnerabile".

B di Bce: è la Banca centrale europea ed è in un posizione particolarmente delicata, venendo chiamata in causa quando servono risorse per mettere un freno alla situazione attuale.

B di Btp: sono i titoli di stato italiani, Buoni del Tesoro Poliennali letteralmente, e ieri (28 novembre) erano acquistabili su iniziativa dell'Associazione bancaria italiana da qualsiasi impresa o privato cittadino senza dover pagare commissioni e nell'ottica di un (segnale di) auto-finanziamento del debito tricolore.

C di Credit crunch: in italiano stretta del credito, fa riferimento a una situazione in cui le vengono inasprite le condizioni dell'offerta di credito a causa della diffidenza di banche e investitori.

D di Default: è il termine con il quale si definisce uno Stato non in grado di intervenire, totalmente o in parte, sul pagamento del proprio debito.

E di Ecofin: l'insieme dei ministri dell'Economia e delle Finanze dei 27 Stati membri dell'Ue.

E di Eurogruppo: i ministri dell'Economia e delle Finanze degli Stati membri dell'Ue che hanno adottato l'Euro.

E di Eurozona: è l'insieme dei 17 stati membri dell'Ue che adottano l'Euro come moneta ufficiale (Austria, Cipro, Belgio, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna).

F di Fed: è la Banca centrale degli Stati Uniti ed è attualmente impegnata in una serie di test sulla capacità di resistenza delle banche a stelle e strisce.

F di Fitch: la più piccola delle tre grandi agenzie di rating, Fitch viene usato spesso come ago della bilancia quando le altre due agenzie (Standard & Poor's e Moody's) hanno valutazioni simili, ma non uguali.

F di Fondo Esfs: si tratta di un fondo per la stabilità finanziaria dell'Europa, creato nel 2010 per sostenere la Grecia e con una capacità di 440 miliardi di Euro.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector