Il matematico che sfidò il potere

Un ragazzo iraniano - Mahmoud Vahidnia, studente universitario nonchè vincitore delle Olimpiadi Internazionali di Matematica - si permette di criticare apertamente l'Ayatollah Khamenei durante l'incontro annuale della maggiore carica spirituale con studenti, professori e intellettuali di tutto il Paese, riuniti all'università di Teheran.
Ne nasce un dibattito di venti minuti dalle mille domande: "Voglio dirle alcune cose, perchè nessuno può permettersi di criticarla in questo Paese? Non è ignoranza questa?". Lei ritiene di non fare errori? Perchè l'hanno trasformata in una sorta di idolo irraggiungibile che nessuno può sfidare?".
Intanto, per i giovani iraniani, il piccolo genio della matematica è già diventato un mito, un eroe nazionale che si è opposto al potere. Di lui, non si hanno più notizie dall'uscita dell'università. Secondo alcuni, potrebbe essere stato già arrestato.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=gSYXAhZQWGc&feature=player_embedded[/youtube]

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector