La linea dura del governo contro i No-TAV

La linea dura del governo contro i No-TAV

Il ministro dell'Interno chiarisce che sull'opera non ci sono margini di ripensamento. Gli attivisti minacciano: "stasera blocchiamo tutto". Tredici i feriti negli scontri di ieri.

La linea dura del governo contro i No-TAV

"Pronti al dialogo, ma l'opera va avanti"

Linea dura del governo contro le manifestazioni No Tav: «L'opera deve andare avanti, ma serve, quando è opportuno, anche fermezza» ha detto il ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri, sottolineando che c'è comunque la disponibilità al dialogo.

Il ministro ha inoltre chiarito che oggi non c'è nessun margine di ripensamento: «Non possiamo venire meno agli impegni assunti a livello internazionale e anche nazionali per questa grande opera che contribuirà allo sviluppo economico del Paese» conclude la Cancellieri.

Intanto, dopo una notte di scontri nel corso dei quali ci sono stati un arresto e quattro fermi, la situazione è tornata sotto controllo e questa mattina è stata riaperta al traffico l'autostrada A32 Torino Bardonecchia.

Sono tredici i feriti tra le forze dell'ordine, la Digos della Questura di Torino sta analizzando filmati e foto per identificare altri manifestanti che si sono resi responsabili di reati nel corso dello sgombero di ieri.

«Blocchiamo tutto» hanno promesso gli attivisti che si sono dati appuntamento oggi alle 18 per fare il punto della situazione.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

1 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector