links for 2009-12-21

  • Sembra la rubrica "Ristoranti d'Italia".
    “Letta’s”
    Raffinato wine bar a conduzione familiare (lo zio Gianni ed il nipote Enrico).
  • Sul documento rilasciato dal Comune (e in mano a ben tre funzionari del Comune) era stampato “cittadino italiano” ma loro continuavano a concentrarsi solo sulla mia faccia nera, mentre la gente in attesa perdeva la pazienza. [...] Quando quasi tutti se ne erano andati ho visto in mezzo alla piazza una bandiera italiana prendere fuoco senza una ragionevole spiegazione. Mi sono ben guardato dal spegnerla anche se ero vicino. Cosa avrebbe pensato o come avrebbe reagito la gente vedendo un “extracomunitario” nella piazza di un paesino con la bandiera italiana in fiamme tra le mani? [...] Un fatto sconvolgente è quando tre anni fa fui aggredito da quattro controllori dell’Atm a Milano e finii al pronto soccorso. Ancora oggi sto affrontando i processi ma con i controllori come vittime ed io come imputato. Una cosa è certa, ho ancora fiducia nella giustizia italiana.
About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

9 Comments
  1. Hirondo
    21 dicembre 2009 at 13:44
    Reply

    :) quella della carta d'identità è eclatante, più che di razzismo, di una sorta di "superficialità diffusa". la stessa che scorda spesso che , in italia, "extracomunitario" è anche il cittadino svizzero.

  2. Natale
    21 dicembre 2009 at 15:33
    Reply

    Nei confronti degli stranieri è in atto un vero e proprio regime di apartheid.

  3. Natale
    22 dicembre 2009 at 14:57
    Reply

    Da anni sostengo che il razzismo del nordest è "sociale". Con i neri americani della base di Aviano, non ce l'ha nessuno, perchè "i ga i schei". Lo stesso dicasi per gli islamici miliardari. Se arriva uno sceicco arabo musulmano e miliardario a fare "shopping", mettiamo ad Azzano X, nessuno avrà nulla da ridire e nessuno sentirà la minaccia islamica, anzi, i legaioli locali faranno a gara per "omaggiare". Il vero omaggio è per gli "schei". Chi non ha schei, quello sì, costituisce una minaccia per l'occidente.

  4. Hirondo
    22 dicembre 2009 at 23:35
    Reply

    @ Jack: guarda che un cittadino svizzero se vuol vivere in italia deve adempiere alle stesse burocrazie di un extracomunitario regolare di qualsiasi stato, pari pari.

  5. Hirondo
    23 dicembre 2009 at 15:10
    Reply

    è "molestati" che stona. anch'io, cittadina italiana, vengo - in questo senso - molestata ogni giorno dall'ignoranza o dalla superficialità dei burocrati e dalla prepotenza e arroganza sulle strade. e come me un sacco di altra gente. certo, non per il colore della pelle ma, molto più semplicemente, perché donna.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector