Pavimento in legno nella stanza da bagno: consigli pratici

Pavimento in legno nella stanza da bagno: consigli pratici

Il parquet, potenzialmente, può essere posato in qualsiasi luogo. Non vi è alcuna controindicazione per la posa di un pavimento in legno nella stanza da bagno, anche nelle aree a diretto contatto con sanitari, vasche da bagno e docce a filo pavimento, in quanto i trattamenti di finitura del parquet si sono notevolmente evoluti rispetto al passato, rendendolo completamente impermeabile.

Per la posa di un pavimento in legno nella stanza da bagno occorre scegliere con attenzione il tipo di specie legnosa, che deve essere quanto più stabile a contatto con l’umidità. Prima di procedere con la scelta di un tipo di legno piuttosto che un altro, è necessario considerare le particolari situazioni ambientali a cui il legno verrà esposto.

In linea di massima, le specie legnose più adatte ed indicate per una pavimentazione da installare in un ambiente facilmente esposte all’umidità come può essere una stanza da bagno sono il Doussiè, legno duro e compatto dal colore caldo dorato, l’Iroko, proveniente dalle foreste dell’Africa equatoriale, il Rovere, il Wengé, il Merbau, di provenienza asiatica, ed il Teak,  la cui nuance varia dal giallo chiaro al bronzo. Queste sono le specie legnose che, in genere, si rivelano essere più stabili a contatto con l’umidità.

Il Rovere richiede una particolare attenzione, in quanto, a contatto con l’umidità, tende a creare macchie nerastre causate dall’emissione di tannino. Un altro tipo di legno che, come accennato, si contraddistingue per la sua buona durabilità e resistenza alle aggressioni esterne è il Wengé, dalla tonalità più calda e scura.

Per ottimizzare la resistenza del parquet nella stanza da bagno potete anche abbinarlo a delle comuni piastrelle in ceramica nelle aree più facilmente esposte all’umidità, come, ad esempio, attorno al lavabo, alla vasca da bagno, alla doccia ed al bidet.

È necessario operare una costante ed accurata manutenzione del pavimento in legno nella stanza da bagno, utilizzando prodotti di pulizia specifici per parquet. Per un intervento di pulizia mirata si consiglia di affidarsi al servizio di trattamento pavimenti Yougenio, con un’équipe di professionisti che sapranno trattare ad arte il vostro parquet e valorizzarlo.

Per un pavimento in parquet, è fondamentale che nella stanza la temperatura si mantenga indicativamente tra i 15° C e i 20° C e che l’umidità non superi il 60%. Si consiglia di aerare sempre adeguatamente l’ambiente dopo aver utilizzato la doccia o la vasca da bagno, ed in qualsiasi caso vi sia stata una produzione consistente di vapore acqueo. L’esposizione ad un’elevata umidità, infatti, può dilatare il legno, andando a danneggiare la pavimentazione predisposta nella stanza da bagno. Laddove possibile, evitate di lasciare acqua sul pavimento a lungo, in quanto potrebbe danneggiare il parquet.

Se nella stanza da bagno non c’è la lavatrice, i rischi sono, tutto sommato, limitati in quanto il parquet tradizionale non teme le piccole quantità di acqua. Qualche inconveniente con la lavatrice si può potenzialmente verificare in caso di perdite accidentali. Tenete presente, comunque, che i tempi di assorbimento del legno sono più lunghi di quanto si pensi. Se il filtro della lavatrice dovesse rompersi in vostra assenza, con conseguente allagamento della stanza da bagno, una volta asciugato con cura il pavimento con un panno morbido non si dovrebbero verificare né annerimenti, né distacchi tra le tavole di parquet né altri danni consistenti. Naturalmente il lasso di tempo in cui il pavimento in legno rimane coperto dall’acqua va ad incidere su eventuali danni permanenti. 

About the Author

Laura Musig Siti internet ad Udine. Consulente SEO. Webmaster di Donna e Dintorni Blog per donne 2.0

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector