Pink: sotto il rosa, una voce che graffia

Pink: sotto il rosa, una voce che graffia

Alecia Beth Moore, in arte Pink, nasce a Doylestown l'8 settembre 1979. Sin da ragazzina coltiva la passione per la musica, grazie anche al padre che suona spesso la chitarra per lei, e sogna di diventare una rockstar. Nel 1986 il divorzio dei genitori la segnerà, portandola a fare uso di stupefacenti per alcuni anni.

 E' durante le superiori che Pink fonda il suo primo gruppo ufficiale i “Middleground” ma il successo non arrivò. Questo non la scoraggiò; continuò la sua ricerca di affermazione nel mondo della musica, cantando in cori gospel, collaborando come corista ed esibendosi con il suo skateboard al Club Fever di Philadelphia, ed è proprio qui che viene notata da un talent-scout. La sua bravura e la sua grinta le fanno ottenere un contratto per un disco da solista con la casa discografica La Face, ed Alecia diventa Pink.

 Il suo album d'esordio, dalle sonorità R&B, è “Can't take me home” del 2000. Il successo è discreto ma Pink non ha ancora trovato la sua vera identità. Nel 2001, al fianco di Lil'Kim, Mya e Christina Aguilera, reinterpreta la hit del 1975 Lady Marmalade di Patty LaBelle, e con questa collaborazione Pink si aggiudica il suo primo Grammy Awards. Questa però è una strada che ben presto la stanca, e Pink sente il bisogno di scollarsi di dosso la patinata immagine di prodotto musicale da vendere, ed inizia a scrivere testi decisamente più seri.

 Per il suo secondo album si avvale della preziosa collaborazione di Linda Perry, ed il disco ha già un sapore completamente diverso. In Family Portrait possiamo sentire il sapore doloroso di un passato famigliare.

 Pink pubblica altri cinque album, tra cui nel 2010 “Greatest Hits... So Far” che racchiude i migliori successi della sua decennale carriera; al suo interno la struggente Dear Mr President, l'anticonvenzionale “Stupid Girl”, o la sobria “Sober”.

 Pink dà vita a canzoni che sanno di reale, mai banali o fasulle. Spesso non usa mezzi termini perché la verità per essere tale non può essere addolcita o rivelata a metà. E' una cantautrice che sa darsi, che non teme di aprire ferite dolorose, ma che condivide con forza le sue esperienze con chi l'ascolta.

About the Author

Gli amministratori di OpenWorld

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector