I premi Nobel 2013

I premi Nobel 2013

Come ogni anno la Fondazione per il Nobel ha assegnato i premi per la Fisica, la Medicina, la Chimica, la Letteratura, la Pace e il premio per le scienze economiche (universalmente riconosciuto come Nobel per l’Economia). Uno solo è stato assegnato come da previsioni, al Bosone di Higgs, mentre per gli altri i bookmakers sono andati decisamente fuori strada.

Nobel per la Fisica. François Englert e Peter W. Higgs per “la teorica scoperta di un meccanismo che contribuisce a capire l’origine della massa delle particelle subatomiche, e che è stata recentemente confermata attraverso la scoperta della prevista particella fondamentale [il bosone di Higgs, ndr], dagli esperimenti ATLAS e CMS del Large Hadron Collider del CERN di Ginevra”. Gli studi e le teorie dei due scienziati, quasi tutte confermate sperimentalmente, hanno posto le basi per capire che cosa determina la formazione delle particelle e la loro massa.

Nobel per la LetteraturaAlice Munro come “maestra del racconto contemporaneo”. La canadese Munro è considerata tra le più importanti scrittrici viventi, è particolarmente apprezzata per i racconti che attraverso la vita quotidiana analizzano i rapporti e le relazioni personali. È stata insignita per tre volte con il premio del Govern General’s Award, il più importante premio letterario canadese.

Nobel per la MedicinaJames E. Rothman, Randy W. Schekman e Thomas C. Südhofper le loro scoperte sul traffico delle vescicole, uno dei principali sistemi di trasporto nelle cellule”. Gli studi dei tre scienziati hanno permesso di scoprire come ogni cellula organizza i propri spostamenti: ogni cellula produce ed esporta delle molecole - principalmente ormoni, neurotrasmettitori ed enzimi - le quali vengono spostate all’interno della cellula in piccoli contenitori che si chiamano “vescicole”.

Nobel per la ChimicaMartin Karplus, Michael Levitt e Arieh Warshel per i loro studi “sullo sviluppo di modelli multiscala per i sistemi chimici complessi”. I tre premiati hanno scoperto quali saranno i software da usare in futuro per comprendere e prevedere i processi chimici.

Nobel per la Pace. Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) “per i suoi grandi sforzi nell’eliminare le armi chimiche”. La motivazione ufficiale: “Il disarmo è una delle principali volontà presenti nel testamento di Alfred Nobel. Il Comitato norvegese del Nobel ha sottolineato con l’assegnazione dei suoi premi la necessità di fare a meno delle armi nucleari. Attribuendo il premio all’OPAC, il Comitato confida di contribuire nel processo di eliminazione delle armi chimiche”.

Nobel per l'Economia (tecnicamente Premio della Banca di Svezia per le scienze economiche in memoria di Alfred Nobel). Eugene F. Fama, Lars Peter Hansen e Robert J. Shiller per i loro studi sull’”analisi empirica del prezzo degli asset”. Il Nobel a Fama, Hansen e Shiller è stato assegnato perché hanno trovato il modo per prevedere l’andamento dei prezzi delle azioni di borsa e dei titoli di stato nel medio periodo (3-5 anni), nonostante sia praticamente impossibile fare previsioni sugli stessi per giorni e/o settimane.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector