La diplomazia del pacifico Putin

La diplomazia del pacifico Putin

Il New York Times, che cita fonti militari statunitensi, scrive che la Russia continua ad appoggiare il presidente Bashar al-Assad fornendo al regime siriano dei nuovi missili cruise supersonici. Il conflitto in Siria tra i ribelli e le forze del regime, ha causato finora più di 70mila morti, e Putin, in un incontro col segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon, si è detto «preoccupato per la crescente violenza in Siria» indicando la diplomazia come «l’unica soluzione possibile per uscire dalla crisi». Diplomazia che in questo caso si chiama Yakhont: missili più potenti e sofisticati di quelli finora inviati da Putin, e in più radiocomandati e progettati per la difesa da terra.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector