Rassegna stanca

Rassegna stanca

Forza Italia 2 Il ritorno. Dopo una giornata di incontri e scontri con Angelino Alfano, Silvio Berlusconi ha deciso di "sospendere" il Pdl. Si torna a Forza Italia, tutte le cariche vengono azzerate, il Cavaliere sarà il presidente del partito e l'8 dicembre, giorno delle primarie del Pd, verrà riunito il Consiglio nazionale per aprire ufficialmente la "nuova" fase (il comunicato dell'Ufficio di presidenza del Pdl; il video della conferenza stampa del Cav sul sito del Corriere).

E ora? Berlusconi non ha messo in discussione il sostegno al governo guidato da Enrico Letta. Anche se ha ribadito che condizione necessaria resta il rispetto degli «impegni programmatici» e ha fatto intendere che un voto favorevole alla sua decadenza da senatore potrebbe far crollare tutto (Repubblica).

Vola colomba Alfano e i ministri Pdl, dopo aver incontrato Berlusconi a Palazzo Grazioli, hanno disertato la riunione dell'ufficio di presidenza. Stessa decisione è stata presa dagli esponenti dell'area filo-governativa. La scissione sembra ormai inevitabile ma Maurizio Lupi, intervistato dal Corriere, assicura: «Non ci sarà nessuna scissione. Noi vogliamo un partito unito confrontandoci su cosa sarà Forza Italia».

Ironia Renzi. Ieri il sindaco di Firenze ha aperto la tre giorni di Leopolda 2013 e ha ironizzato sulla coincidenza tra le primarie del Pd e il Consiglio nazionale di Forza Italia: «Ora Berlusconi ci insegue». Poi è tornato a punzecchiare Letta: «Vuole fare le riforme con il cacciavite. Io le farò con il caterpillar» (La StampaRepubblica).

Letta non trema. Il premier, a Bruxelles per il Consiglio europeo, non sembra spaventato da ciò che accade in Italia. Il motivo? Berlusconi non ha i numeri per far cadere il governo in Parlamento (Corriere).

Fitch gli dà una mano L'agenzia di rating promuove il lavoro fatto finora dall'Italia e prevede la possibile la possibile uscita dalla recessione per la fine del 2013. L'outlook resta comunque negativo e arriva un avvertimento sul fronte politico: «No all'instabilità» (Corriere).

Pure il Financial Times. Sul quotidiano britannico un editoriale che invita a guardare l'Italia che, nonostante tutto, cresce (Ft).

[Rassegna stampa parziale a cura di Good Morning Italia]

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector