Romney vince anche in Porto Rico

Romney vince anche in Porto Rico

Quando manca pochissimo alla fine degli scrutini, Mitt Romney vince in Porto Rico con un margine larghissimo su Santorum, Gingrich e Paul: 83%.

Mitt Romney vince in Porto Rico

Un'altra piccola vittoria per Mitt Romney in vista della convention di Tampa di fine agosto. Con l'83 per cento di schede scrutinate, l'ex governatore del Massachusetts ha nettamente staccato il rivale alla corsa presidenziale Rick Santorum. Il Porto Rico, territorio non incorporato degli Stati Uniti dotato di autogoverno ma dove sono in palio 23 delegati (20+3 superdelegati), ha dato un ampio consenso al frontrunner repubblicano (anche grazie all’appoggio del governatore dell’isola caraibica Luis Fortuno), già abbondantemente favorito, con un risultato che non lascia alibi: 83 per cento di voti  contro l'8% di Santorum e il 2% di Gingrich.

Con questa vittoria Romney guadagna 20 delegati più 2 superdelegati, mentre il terzo dovrebbe andare a Newt Gingrich. La netta sconfitta di Santorum arriva evidentemente per la gaffe dei giorni scorsi - “Se Porto Rico vuole entrare a pieno titolo negli Stati Uniti, come ogni altro Stato dovrebbe rispettare le leggi federali. E quindi adottare l'inglese come lingua principale”, ma non esiste nessuna legge federale che obblighi uno Stato ad adottare l'inglese come lingua ufficiale per far parte degli Stati Uniti - quindi la vittoria di Mitt era largamente prevista.

Romney, da quel che riporta Cnn, ha finora ricevuto 98.375 viti pari all'83% dei consensi; Santorum 9.524 voti pari all'8% e Gingrich 2.431 col 2%. Questi dati sono provvisori in quanto manca ancora circa il 17 per cento delle schede da scrutinare, e anche se la vittoria del frontrunner non è in discussione manca ovviamente la conferma definitiva.

Con la vittoria di oggi Mitt Romney porta a 520 delegati il suo bottino totale, più del doppio di Rick Santorum fermo a 239. I riflettori adesso sono puntati sull'Illinois dove domani ci sono in palio 54 delegati, e i sondaggi prevedono un duro testa a testa tra i due contendenti alla Casa Bianca. Manca comunque ancora tanto per raggiungere i 1.144 delegati che servono per ottenere la nomination in Florida.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector