In Grecia chiude la tv pubblica perché costa troppo

In Grecia chiude la tv pubblica perché costa troppo

Duemila e settecento dipendenti della Ert, la tv di Stato greca, da ieri sera non hanno più un lavoro: il governo del primo ministro Antonis Samaras ha deciso che l'informazione pubblica è un mostro troppo costoso per le risicatissime casse greche, per cui è costretto a chiuderle finché non potrà riaprirle con meno personale e con una struttura più piccola e meno dispendiosa. In tutto salteranno tre canali terrestri, uno satellitare e la radio.

Ad annunciarne la chiusura è stato il portavoce del governo Simos Kedikoglou, che in una conferenza stampa ha confermato le voci che da tempo si sentivano: «In un momento in cui il popolo greco sta facendo sacrifici non c'è spazio per ritardi o esitazioni, come non ci sono tolleranze di vacche grasse quando vengono ovunque applicati tagli - ha proseguito Kedikoglou - Ert riceve dal popolo greco, attraverso le bollette, circa 300 milioni di euro l'anno e ha da tre a otto volte il personale necessario. Al posto di Ert appena possibile tornerà un servizio moderno ma non di proprietà dello Stato che opererà con un numero ridotto di dipendenti». Kedikoglou ha comunque precisato che i dipendenti che lo chiederanno potranno essere reimpiegati altrove in maniera assolutamente trasparente tramite l'Asep, il consiglio supremo per la selezione del personale, una commissione indipendente non soggetta al controllo governativo che si occupa delle assunzioni della Pubblica amministrazione.

I sindacati stanno già manifestando davanti i cancelli di Ert ad Atene scontrandosi più volte con la polizia. Il governo ha comunque confermato che entro l'anno dovrà licenziare duemila dipendenti pubblici e altri 15mila entro il 2014.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector