Sicilia sull’orlo di una crisi di nervi

Sicilia sull’orlo di una crisi di nervi

Sicilia sull'orlo della paralisi per il blocco totale della circolazione di camion in tutta l'isola.

Lo sciopero degli autotrasportatori, denominato Operazione Vespri siciliani, è promosso da "Forza d'urto" - un movimento nato da Autotrasportatori Aias, Movimento dei Forconi, pescatori, imprenditori agricoli e da altre organizzazioni - e proseguirà fino a venerdì.

Crescono intanto, con il passare delle ore, i disagi in diverse zone dell'isola. Interrotto da questa mattina il traffico automobilistico sulla statale Palermo-Sciacca all'altezza di San Cipirello, presidiati i principali punti di snodo e d'ingresso delle città siciliane. Sulla statale 640 a Caltanissetta si è formata una fila di due chilometri. Rallentamenti anche sulla statale 626 Gela-Caltanissetta e sulla tangenziale di Catania. Diversi presidi sull'autostrada Messina-Palermo.

Ieri i Tir hanno bloccato l'accesso alla città di Palermo, impedendo il traffico stradale in entrata e in uscita. Presidiato il porto della città. Molti benzinai sono rimasti senza carburante e i supermercati iniziano ad avere gli scaffali vuoti. E non mancano momenti di tensione.

Questa mattina a Lentini, in provincia di Siracusa, un uomo che partecipava ad un presidio è stato accoltellato da un ambulante che cercava di forzare il blocco.

Il movimento protesta contro l'aumento del costo del carburante, la mancanza di regolamentazione dei pagamenti della committenza, il cartello imposto dalle compagnie assicurative e una rete infrastrutturale inadeguata.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector