Sempre loro, sempre gli stessi.

Per quanto riguarda il discorso liste e coalizioni, in gennaio il centro-destra ha ben pensato di sedersi a tavolino e capire quale era il modo migliore per ottenere più voti possibili al primo turno per poi giocarsela al ballottaggio.

Questo comprendeva una lista di Del Pup che di facciata doveva infastidire la coalizione del maestro leghista Mario Ongaro, quando invece, in realtà, il leghista già assessore di Del Pup, all'Ambiente prima e alla Cultura dopo, aveva già il compito di fare da prestanome ad un amministratore già conosciuto in città, e cioè il già citato Riccardo del Pup.

Peccato che alcune variabili nessuno le potesse preventivare: a Stefano Raffin, candidato eletto con il maggior numero di voti, spetterebbe, oltre ad un Assessorato, anche la carica di vice-sindaco. Ma a quel punto sarebbe difficile mantenere l’accordo di gennaio. Per quanto riguarda il discorso assessori c’è già stato un primo scontro perché il candidato di Del Pup, Stefano Perotti, che si era esposto contro Carlo Mucignatcercando di metterlo in cattiva luce, adesso rivendica un posto in Giunta.

E poi c'è la grana Cesare De Benedet. De Benedet, forte di 215 preferenze personali, vuole assolutamente un Assessorato, però sia la Lega che il Pdl non prendono minimamente l'ipotesi in considerazione.

Alla Lega spetterebbero almeno due assessori e al PDL almeno tre. Sempre escludendo De Benedet.

L'UDC rimane alla porta con l'ex "dirigente" Pasqualini che vorrebbe stringere alleanze, e con il suo 4 per cento vale almeno un assessore (che lui vorrebbe l’assessorato all'Ambiente ma che non può avendo una causa col comune persa al TAR; quindi rimane la prof Silva Gardonio che per attitudini personali può solo fare Istruzione e Cultura, ma Ongaro ha già messo il veto dicendo che li vuole per sè.

Tutto l'ambaradan finora senza contare il redivivo Franco Vampa. Vampa merita un discorso a parte che faremo tra un anno quando l'avvocato presenterà il conto a Del Pup e Ongaro per l'apporto a questo ballottaggio.

Il centro-sinistra ha fatto a meno di un assessore e Del Pup, pardon, Ongaro, ne vorrebbe aggiungere due.

Insomma devono ancora vincere e già litigano… un po’ come hanno fatto per i nove anni che hanno governato.

Sempre loro, sempre gli stessi.

[Via]

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector