Sempre più candidato, sempre meno presidente

Sempre più candidato, sempre meno presidente

Obama ha partecipato all'ennesimo tour de force a base di cene organizzate per sostenere la rielezione. In cinque eventi è riuscito a portare a casa 4,8 milioni di dollari, e la star della serata ad Atlanta è stata Oprah Winfrey.

Sempre più candidato, sempre meno presidente

Barack Obama e Oprah Winfrey

"Sempre più candidato, sempre meno presidente", è l'accusa che il New York Times fa a Barack Obama raccontando della cena elettorale organizzata dall'attore Tyler Perry, con 40 sostenitori del presidente che hanno speso 35.800 dollari a testa, che lo ha portato dalla città della Coca Cola alla sua Chicago raccogliendo in tutto quasi cinque milioni di dollari destinati alla campagna per la rielezione.

L'accusa del NYTimes è in parte fondata considerato che ultimamente Obama si vede più per raccolte fondi o per il lancio di documentari sulla sua presidenza che per gli impegni istituzionali. Ma del resto si è in piena campagna elettorale e se i repubblicani sono liberissimi di aizzarsi alle primarie, il presidente - dato che ha sfidanti ridicoli - raccimola soldi alle cene di gala che a novembre gli torneranno utilissimi.

Alla cena di Atlanta il super-ospite è stata Oprah Winfrey, la quale ha ricevuto probabilmente il miglior complimento che Obama abbia mai fatto: «Oprah mi ha aiutato a diventare presidente: come per i libri e la crema per la pelle - dice scherzando - quando Oprah decide che le piaci, piaci anche agli altri». Il presidente ha avuto molte parole di apprezzamento nei confronti della star della tv americana, non soltanto perché lo ha sostenuto durante le elezioni del 2008, ma soprattutto perché lo faceva già da prima: «Ha deciso di sostenermi molto presto, ha deciso di sostenere questo ragazzo con un nome che nessuno sapeva pronunciare»

Obama non ha lesinato nulla, anche perché le opere umanitarie di Oprah vanno dai diritti civili al sostegno finanziario ai poveri del mondo - ha aperto una scuola per ragazze povere a Johannesburg costatale 40 milioni di dollari, la "Oprah Winfrey Leadership Academy for Girls", capace di ospitare fino a 450 ragazze, ma per passare la selezione bisogna dimostrare di avere le giuste potenzialità e soprattutto un bilancio familiare non superiore a 787 dollari al mese - ai diritti per gli omosessuali: «Voglio ringraziare Oprah: quello che ha fatto per molta gente, non solo in America, ma in tutto il mondo, è straordinario».

Un'altra giornata redditizia per Obama, mentre dalla parte repubblicana il suo principale avversario, Mitt Romney, molto presto dovrà attingere al suo patrimonio personale - stimato attorno ai 250 milioni di dollari - per cavarsi dai guai che Rick Santorum gli sta procurando vincendo negli Stati più conservatori. E gli spot costano.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector