Incidente in Malesia, muore Marco Simoncelli

Incidente in Malesia, muore Marco Simoncelli

Marco Simoncelli è morto. Il pilota italiano della Honda è deceduto dopo il terribile incidente in cui è rimasto coinvolto durante il MotoGp della Malesia e che ha indotto gli organizzatori ad annullare la penultima gara del Mondiale.

Il pilota della Honda, dopo aver perso l'avantreno ed essere caduto a terra, è stato travolto da Colin Edwards e nell'impatto ha perso il casco. Le immagini hanno immediatamente fatto pensare al peggio: Sic steso a terra in pista in posizione supina e a viso scoperto.

[ad]

Valentino Rossi, anch'egli coinvolto nell'incidente, è tornato nel proprio box ed è apparso molto preoccupato. Simoncelli è stato soccorso direttamente nel centro medico del circuito. Le sue condizioni sono gravissime: il pilota è in arresto cardio-circolatorio e i sanitari stanno cercando di rianimarlo.

La notizia è stata accolta in Italia con dolore e sgomento. Il presidente del Coni, Giovanni Petrucci, ha invitato le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate e gli enti di promozione sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive, che si disputeranno oggi in Italia, in memoria del pilota.

Marco Simoncelli il 20 gennaio prossimo avrebbe compiuto 25 anni. Il Sic, come era conosciuto nel paddock, era nato a Cattolica nel 1987, e sin da piccolo aveva dato l'impressione di avere la moto nel sangue: comincia a correre a 7 anni con le minimoto nella sua città, e già nel 2002 è campione europeo classe 125. Nello stesso anno fa il suo esordio nel Motomondiale, sempre nella quarto di litro, vincendo la sua prima gara a Jerez due anni più tardi. Nella 125 non entra in lotta per il Mondiale, mai del tutto a suo agio in sella alla Aprilia, piccola per il suo 1,83 di altezza. Nel 2006 passa quindi alla classe 250, dove due anni più tardi, nel 2008, conquista il suo primo (e unico) titolo mondiale, vincendo ben 6 gare e raggiungendo il podio per 10 volte. L'anno successivo decide di rimanere nella classe intermedia e battaglia per il bis iridato, ma perde lo scettro nell'ultima gara, superato da Aoyama.

Nel 2010 il Sic è pronto per il grande salto, con il passaggio alla Honda Gresini in MotoGp: al suo primo anno nella classe regina ottiene come miglior risultato un quarto posto nel Gran Premio del Portogallo. Ma è nel 2011 che il pilota italiano dimostra tutto il suo talento: due quinti posti e soprattutto due pole position nei primi Gran Premi della stagione. Il Sic va forte, anche se troppe volte è protagonista di cadute che ne precludono i risultati. Il primo podio nella MotoGp Simoncelli lo ottiene a Brno, mentre in Australia, proprio nella giornata in cui Stoner diviene campione del Mondo, il Sic festeggia la seconda piazza, miglior risultato della sua carriera. Spezzata fatalmente sul più bello.

[ad#x-logic]

[Via TmNews]

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector