Sistema letto: consigli per orientarsi nella scelta

Sistema letto: consigli per orientarsi nella scelta

Acquistare un sistema letto è una scelta che non può e non deve essere basata solo su requisiti estetici. Il letto deve, innanzitutto, garantire comfort e comodità, indispensabili per il risposo notturno.

La prima distinzione riguarda le dimensioni del letto. Perfetti per una persona, i letti singoli misurano 90 x 200 centimetri e sono adatti alla cameretta dei bambini ed alle stanze degli ospiti. I modelli ad una piazza e mezza, invece, hanno dimensioni maggiori, che vanno da 120 x 200 a 140 x 200 centimetri, e sono indicati per chi tende a muoversi molto durante il sonno e necessita di più spazio rispetto ad un letto singolo. Sono, comunque, adatti anche per essere divisi con un’altra persona. I letti matrimoniali standard misurano 160 x 200 centimetri, mentre i modelli King Size 180 x 220 centimetri.

Il mercato del settore offre un ventaglio di scelta estremamente ampio per quanto riguarda i modelli. Al momento sono molto apprezzati per la loro funzionalità i letti con contenitore, dotati di pratico vano interno con meccanismo a pistoni. I letti con contenitore sono la soluzione ideale per chi non dispone di molto spazio, in quanto permettono di riporre ordinatamente valigie, biancheria per la casa, scatole di scarpe, giocattoli dei bimbi e quant’altro sotto le doghe. Il letto rialzato è un’evoluzione recente del letto contenitore. Si tratta di un modello piuttosto alto, sotto al quale vengono montati veri e propri armadi.

Un letto a scomparsa, invece, è un’ottima scelta per chi vive in un monolocale, o per chi ha necessità di sfruttare l’ambiente della zona notte anche in fascia diurna, adibendolo, ad esempio, a studio, laboratorio o salotto.

Materasso

A ciascuno il suo materasso. Non esiste un modello universalmente adatto a tutti. Ognuno dovrà scegliere quello che meglio si adatta alla conformazione del proprio corpo, alla propria struttura ed alle proprie esigenze. Il materasso giusto è quello che favorisce il rilassamento muscolare e la distensione della colonna vertebrale, sostenendo il corpo in modo corretto, senza esercitare pressioni anomale o costringendo ad assumere posizioni innaturali e scomode.

Il materasso accompagna il riposo notturno per 5-7 anni, trascorsi i quali è consigliabile procedere con la sua sostituzione.

Piumino, piumone e guanciale

Il piumino è imbottito con fiocchi di piumaggio di volatili, perlopiù oche ed anatre adulte, mentre il piumone è realizzato con materiali sintetici. Più leggero è il piumino, migliore è la qualità dell’imbottitura. Un piumino di qualità, se sottoposto a pressione, riassume rapidamente la propria forma originaria e durante l’uso non fa sentire il suo peso sul corpo. Di ottima fattura sono i piumini d’oca anallergici, traspiranti ed antiacaro del marchio Daunex, nella versione light, warm e quattro stagioni. Produttore specializzato di piumini, Daunex utilizza solo materie prime di qualità. 

Oltre che alla scelta del materasso e del piumino, fate attenzione anche a quella del guanciale, che non deve essere né troppo alto né troppo basso, orientandovi su modelli che consentano al capo di affondare il giusto in modo che la colonna vertebrale si trovi allineata. Scegliete federe in cotone che consentano un’adeguata traspirazione. Posizionare un cuscino tra le ginocchia o sotto la vita può aiutarvi ad assumere posizioni più comode. Ricordiamo che i guanciali vanno sostituiti ogni 3 anni.

È altresì consigliabile scegliere biancheria da letto in fibre naturali, che consentano un’ottimale traspirazione.

About the Author

Laura Musig Siti internet ad Udine. Consulente SEO. Webmaster di Donna e Dintorni Blog per donne 2.0

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector