Videocracy

Videocracy

Questo è il trailer di Videocracy, il film sull'ascesa di Berlusconi e delle sue tv censurato dalla Rai con la comoda motivazione che "si tratta di un messaggio politico di critica al governo, non di un film. Il pluralismo alla Rai è sacro e se nello spot di un film si ravvisa un critica ad una parte politica ci vuole un immediato contraddittorio e dunque deve essere seguito dal messaggio di un film di segno opposto."

Quindi dovremmo aspettarci un film che parli bene del Divo Andreotti, e di un altro che tessa le lodi alla Gomorra napoletana. Naturalmente potranno benissimo dire che Andreotti non è più un politico e che la camorra non fa politica. Certo, si può dire anche questo. In Italia.

Ecco, farlo vedere credo sia il modo migliore per capire in che stato viviamo. E chi ci governa.

About the Author

Giornalista freelance, si occupa di comunicazione politica per il Partito Democratico friulano, responsabile comunicazione Pd Cordenons e dei social media del Pd della provincia di Pordenone. Gli piacciono le elezioni e le campagne elettorali, la politica americana e le primarie statunitensi. Twitter @giacomo_lagona, @PDCordenons, @PDFVG #PdCommunity

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
free vector